O ci sei o ci devi essere, Salone 2016

Novità ed Eventi
Condividi l'articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La presentazione della 55a edizione del Salone del Mobile di Milano si è tenuta all’Unicredit Pavillon, edificio simbolo insieme al bosco verticale nella nuova area del business e innovazione nella città di Milano. L’evento ha visto la partecipazione di molte autorità, il sindaco Giuliano Pisapia ha detto: “Il Salone del Mobile è stato un modello di riferimento per l’organizzazione di Expo 2015. Ci ha aiutato a capire le modalità con cui muoverci, pensando a quanto avviene tutti gli anni a Milano per la settimana del design di aprile”. Anche il viceministro dello Sviluppo Economico ha evidenziato come: “il Salone del Mobile è un evento che è andato oltre il suo significato fieristico. È il Salone dell’eccellenza assoluta del made in Italy, in grado di definire le tendenze in tutto il mondo”.

“Design, innovazione e qualità sono le parole chiave dell’appuntamento di quest’anno, che confermerà la sua forte vocazione internazionale. Il 70 per cento degli operatori arriva infatti da oltre 160 Paesi”, questo il pensiero espresso da Roberto Snaidero, presidente Federlegno Arredo.

Oltre 1300 espositori per un totale di circa 150 mila mq suddivisi in tipologie e distribuiti tra Salone internazionale del Mobile e Salone internazionale del Complemento d’Arredo. Quest’anno torna l’appuntamento biennale con EuroCucina assieme all’evento collaterale FTK (Technology For the Kitchen) nei padiglioni 9-11 e 13-15, e il Salone Internazionale del Bagno nei padiglioni 22-24.

Il Salone del Mobile sarà aperto dal 12 al 17 aprile 2016 al quartiere fieristico di Milano-Rho. La fiera è riservata esclusivamente agli operatori di settore (membri della stampa e addetti ai lavori) nei primi giorni e solamente nelle giornate di sabato e domenica, rispettivamente 16 e 17, verrà concessa l’apertura al pubblico; l’orario sarà dalle 9:30 alle 18:30.

Salone-Milano_w

pagina Facebook salone del mobile


Condividi l'articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •